I nostri vini migliori

  • Annata 2016

    Descrizione annata:

    Un’annata buona e promettente per i rossi e i bianchi!
    Le nostre aspettative per l’annata 2016 sono molto alte. Possiamo parlare di un bilancio molto positivo soprattutto per l’ottimo livello di maturazione e qualitativo delle uve raccolte. Ci aspettiamo vini bianchi sapidi, persistenti e complessi di ottima struttura. I vini rossi sono molto promettenti, frutta e tannini maturi sono i migliori presupposti per “creare” vini di carattere ed espressivi. Dopo un'estate meteorologicamente instabile, la fine di agosto e l'inizio di settembre sono stati caratterizzati da un clima secco che ha garantito le condizioni giuste per un'annata di qualità. La vendemmia è iniziata con una decina di giorni di ritardo rispetto all'anno precedente a causa delle temperature più fredde a inizio maturazione. 


  • Annata 2015

    Descrizione Annata:
    Il 2015 verrà sicuramente registrata come una grande annata nella storia della nostra cantina. La perfetta maturazione dell’uva assieme a tannini buoni ed un corpo armonioso creano la base per vini eccezionali – molto fruttati, intensi e con un’alta densità gustativa. Dal punto di vista meteorologico il 2015 ha preteso parecchio dalle viti, le temperature estreme le hanno messe a dura prova. La fioritura primaverile nelle zone più basse è cominciata a partire da metà maggio, a Cornaiano attorno al 20 di maggio. Il motivo di questo leggero ritardo è stato un fronte climatico freddo che inizialmente ha consentito una certa tranquillità.

    In teoria, quindi, i mesi successivi avrebbero dovuto promettere bene: in giugno, luglio e agosto, invece, il tempo è stato caldo e secco senza alcuna eccezione. Nelle zone basse il caldo è stato talmente forte da determinare un rallentamento del ritmo naturale. La maturazione è andata avanti lentamente, con una situazione leggermente migliore nelle zone collinari. Se siamo riusciti ad arrivare ad un “lieto fine”, il merito va soprattutto al mese di settembre. Le notti fresche hanno fatto in modo che la freschezza e l’acidità rimanessero intatte e hanno in questo modo spianato la strada ad un’ottima annata. La vendemmia è cominciata pressoché simultaneamente il 7 di settembre, per la maggior parte dei tipi di viti e in quasi tutte le zone; la vendemmia della vernaccia invece ha preso il via il 25 settembre. Ci aspettiamo un’annata storica di alta qualità, soprattutto per i rossi Vernaccia e Pinot nero. Molto promettenti tra i vini bianchi sono invece lo Chardonnay, il Traminer Armomatico, il Pinot bianco e il Sauvignon.

  • Annata 2014

    Descrizione Annata:
    L’ andamento del 2014 ci ha fatto trattenere il fiato. L’anno è iniziato in maniera molto promettente, con una primavera tiepida che ha determinato una precoce fioritura e un altrettanto precoce sviluppo dei germogli. A giugno tutto nella norma, ma da luglio a fine agosto le condizioni meteo sono state molto difficili, con molte precipitazioni, poco sole e un’alta percentuale di umidità nell’aria, che hanno causato gravi sofferenze alle vigne situate sotto i 400 m di altitudine. I nostri viticoltori hanno comunque seguito le nostre indicazioni e hanno lavorato nei vigneti con grande diligenza e impegno. Per far fronte alla difficile situazione si è infatti reso necessario procedere a un’intensiva cimatura dei tralci e dedicare cure minuziose alle viti. L’impegno nostro ad effettuare una selezione dei grappoli già nel vigneto ha decurtato il raccolto del 15% - 20% circa, ma per noi la cosa importante era ottenere uva perfettamente sana. I vigneti posti a quote più alte hanno invece potuto approfittare delle buone condizioni meteo autunnali, tanto che a metà settembre l’uva era in condizioni praticamente perfette.

    Ci aspettiamo risultati qualitativamente molto buoni da Pinot Bianco, Chardonnay e Sauvignon, mentre per il Traminer Aromatico e il Pinot Nero, anche se si prospetta una buona annata, la resa sarà quantitativamente inferiore. Un capitolo a sé è rappresentato dalla qualità delle nostre Schiave “Fass Nr. 9” e “Gschleier”. Per questi vini vengono lavorate esclusivamente uve provenienti da viti di età oscillante tra i 60 e i 90 anni. In un anno così difficile, questi impianti avranno la meglio su quelli più giovani: l’annata 2014 ci darà vini molto fruttati, eleganti e con caratteristiche spiccatamente varietali.

  • Annata 2013

    Descrizione Annata:
    A metà settembre abbiamo cominciato la vendemmia, con circa due settimane di ritardo rispetto all’anno precedente a seconda delle posizioni e delle condizioni meteo. Nonostante alcune inclemenze del tempo, nel 2013 non si sono riscontrati problemi particolari nelle vigne. Solo la grandinata, eccezionalmente violenta, che si è verificata il 22 luglio, ha distrutto parte del raccolto nelle aree colpite e soprattutto nella Bassa Atesina. Fortunatamente gli impianti dei nostri soci hanno subito solo danni limitati. Ci aspettiamo un’ottima annata per i nostri bianchi, che promettono di essere freschi, fruttati e aromatici. Siamo molto soddisfatti del grado di maturazione e dello stato di salute della Schiava e del Pinot Nero. Quest’annata sarà contraddistinta da rossi morbidi ed eleganti, con carattere tipicamente varietale.

  • Annata 2012

    Descrizione Annata:
    I nostri soci ci hanno fornito uve sane e con buona acidità. Il freddo e gelo durante la fioritura ed il successivo caldo di luglio hanno lasciato le tracce nelle quantità. A secondo della varietà e territorio il calo varia dal cinque al dieci per cento in confronto alla vendemmia dell’anno scorso. Uve e bacche più piccole hanno però aumentato la concentrazione. Il grado zuccherino più basso in confronto alla vendemmia precedente ridurrà il volume alcolico. I vini bianchi si presentano molto fruttati con aromi molto intensi, mentre i rossi risultano armonici, vinosi, eleganti di ottima struttura.

  • Annata 2011

    Descrizione Annata:
    Un settembre soleggiato ha portato l’aroma giusto. Ci ha pensato la tarda estate. Nel corso dell’annata 2011 molti viticoltori si erano a volte preoccupati per le loro uve, che poi però in autunno sono risultate essere mature e sane. Alla fine quindi l’anno si è riscattato con un buon raccolto. La vendemmia 2011 è iniziata due settimane prima del solito, durando poi più di quanto previsto, contornata – a parte qualche piccola eccezione – da un tempo fantastico. I risultati si vedono, ma soprattutto si sentono. Le uve vendemmiate quest’anno dai viticoltori e poi depositate nelle cantine dei produttori fanno ben sperare in un’annata 2011 straordinaria. L’uva ha un alto contenuto di zuccheri che si lega perfettamente al grado di acidità, leggermente in calo rispetto all’anno precedente. I vini bianchi sono di una freschezza vivace come i vini rossi, soprattutto il Lagrein e il Pinot Nero, promettono molto bene. Grazie al grande impegno dei nostri viticultori, la grandinata del 27 Agosto è stata superata con danni minori rispetto ad una prima valutazione. L’uva danneggiata è stata tolta per evitare il propagarsi della marcescenza agli acini sani . Nelle zone colpite abbiamo comunque avuto una perdita del 30% della quantità. Le zone migliori e vocate dove crescono i nostri Sauvignon e Pinot Bianco non sono state colpite.

  • Annata 2010

    Descrizione Annata:
    La vendemmia 2010 è stata molto soddisfacente. I vini si presentano molto fruttati, freschi e tipici, in una bella armonia e con una pienezza che conquista. In primavera abbiamo avuto un clima secco che ha rallentato l’inizio del periodo vegetativo. L’anno è poi proseguito con temperature primaverili, tanto sole e precipitazioni piuttosto modeste. Il prolungato periodo di siccità, con temperature elevate nei mesi di giugno e luglio, ha rallentato la crescita degli acini. Le piogge seguite in agosto sono state quindi gradite. Le notti, piuttosto fresche, hanno avuto ripercussioni positive sul processo di maturazione e sulla qualità delle uve. La quantità di uva raccolta, talvolta scarsa (a seconda delle varietà dal 10 al 25% in meno rispetto al 2009), ha comunque consentito di ottenere, pur con condizioni meteorologiche piuttosto aride, qualità buone, se non addirittura ottime.

  • Annata 2009

    Descrizione Annata:
    L'annata 2009 è stata caratterizzata da un andamento climatico regolare. La vendemmia è stata anticipata di ca. 2 settimane rispetto alla vendemmia del 2008, a causa di una primavera estremamente mite che ha favorito una fioritura precoce. Nel mese di settembre il perdurare delle favorevoli condizioni meteorologiche ha permesso di proseguire con le operazioni di raccolta in funzione della maturità dei diversi vitigni e di portare in cantina uve molto sane. Premesse che potranno dar vita a vini di notevole armonia ed eleganza e di "eccellente qualità". Ci aspettiamo un annata storica, di qualità molto elevata particolarmente per i vini rossi.

  • Annata 2008

    Descrizione annata:
    Nonostante l'iniziale andamento meteo effettivamente difficile, il ritorno del bel tempo nelle ultime settimane ha permesso tuttavia il corretto procedere dell'invaiatura e della maturazione, salvaguardando la qualità e l'integrità dei grappoli. La raccolta delle uve è iniziata in netto ritardo rispetto agli anni precedenti. Possiamo parlare di un’annata nella norma, con vini di qualità da buona a molto buona con un contenuto alcolico inferiore rispetto agli anni precedenti. L’annata 2008 è caratterizzata da eleganza, raffinatezza, fruttuosità e acidità vivace specialmente per i vini bianchi.

  • Annata 2007

    Descrizione annata:
    L'annata del 2007 è tutta particolare: si passa da vini di buona qualità a vini di una qualità straordinaria, fino a punte di eccellenza. Su questo punto sono d’accordo tutti cantinieri e gli esperti altoatesini del vino. Nel 2007 la vendemmia è iniziata tre settimane in anticipo rispetto agli anni precedenti. Sono state raccolte uve totalmente sane e mature, con un’alta gradazione zuccherina e una giusta acidità. L'annata 2007 ha regalato vini bianchi eleganti con una bella freschezza e vini rossi molto promettenti.

  • Annata 2006

    Descrizione annata:
    L'annata del 2006 é stata un'annata molto buona per l'Alto Adige. Condizioni atmosferiche ideali durante il periodo vegetativo, hanno permesso l'ottimale maturazione delle uve. Le uve sane e mature hanno potuto vantare un'elevata gradazione zuccherina con una buona acidità. I vini bianchi si presentano fruttati ed eleganti. I vini rossi invece hanno un buon equilibrio con una notevole corposità.