Un'azienda storica

mitglieder5.jpg

Oggi

Attualmente la Cantina Girlan conta 200 soci viticoltori, dislocati in un’area di coltivazione dei vigneti di 220 ettari, nelle migliori zone produttive dell’Oltradige e della Bassa Atesina.

I vini sono tra i più premiati della regione e disponibile in oltre 30 stati.

2016

Al vecchio edificio è stata aggiunta una nuova costruzione che riprende sapientemente le linee delle antiche facciate e, rispetto agli edifici più antichi, si presenta con un linguaggio architettonico tanto discreto quanto attuale.

Per il rinnovamento del punto vendita vini è stato valorizzato un locale con volte storiche, ripristinando e allestendo un’antica scala, appena riscoperta, che conduce alla cantina.

aussenansicht_tag_5.jpg
kellermeister_und_obmann.jpg

2012

Dopo anni di ricerche e svariate prove di microvinificazione l'enologo Gerhard Kofler riconosce il potenziale unico del vigneto "Ganger" a Mazzon e produce per la prima volta "Vigna Ganger Mazon Pinot Noir Riserva".

1980 • 1975 • 1961

1980 • La Cantina Girlan si concentra sempre di più sul vitigno Pinot Nero e lancia per la prima volta il Trattmannhof Mazon Pinot Noir.

1975 • Il pioniere Hartmuth Spitaler riconosce il potenziale unico della sottozona Gschleier e produce per la prima volta un Vernatsch esclusivamente da questa sottozona. Inoltre, si stabilisce una stretta collaborazione con l'artista Paul Flora per quanto riguarda il design delle etichette.

1961 • In onore al 950° anniversario della città di Villach (Austria) l'enologo Valentin Spitaler imbottiglia una selezione delle migliori uve di Vernatsch e gli dà il nome del contenitore in cui il vino matura per mesi: Fass Nr. 9 (botte n. 9).



092-kellerei-girlan-2011.jpg

1923

La Cantina Girlan nasce nel 1923 in un maso storico del XVI secolo. All’epoca, 23 viticoltori posero la prima pietra di quella che sarebbe poi diventata l’azienda attuale. Il presidente fondatore er Johann Kofler Krautschneider.

4_b1_frueher_heute_1_2.jpg